Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti. Per ulteriore informazioni sull'utilizzo dei cookie e su come disabilitarli, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

image1 image2 image3
logotype

Orticaria tra dubbi e certezze.

Sono aperte le iscrizioni al 26° convegno organizzato dall'associazione ALPI (Udine, sabato 9 novembre 2019) che quest'anno tratterrà sull'orticaria, la quale rappresenta ancora oggi, in piena era tecnologica, una sfida difficile per il medico di famiglia, per quello ospedaliero e per il laboratorista, poiché le cause sono molteplici e non sempre suffragate dalle indagini di laboratorio, che spesso sono negative.

Per questo motivo sono stati proposti diversi test alternativi, non sempre con un razionale medico i quali oltre che essere costosi, danno esito a delle diete di eliminazione quasi mai appropriate. Ancora oggi, nonostante le molte linee guida preparate dalle varie associazioni mediche italiane e straniere, nell'orticaria si cerca di seguire più l'intuito e l'esperienza clinica che la "evidence-based medicine", la sola che ci permette di lavorare in modo corretto, contenendo anche i costi economici. Una ragione è probabilmente dovuta al fatto che in questa malattia varie cause si intrecciano, per cui bisogna coprire più fronti. Come nei 25 incontri precedenti, dopo una presentazione teorica, si lavorerà su quella pratica sotto la guida di un esperto proveniente da fuori Regione in modo da avere un altro punto di vista che non sempre coincide con i comportamenti consuetudinari.

Scarica il programma del convegno

Programma convegno Udine 2019

Condividi
2019  Udine Respira - Il progetto per la città di Mario Canciani  globbers joomla templates