Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti. Per ulteriore informazioni sull'utilizzo dei cookie e su come disabilitarli, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

image1 image2 image3
logotype

Pedalata per la sicurezza

Con la partecipazione di diverse decine di ciclisti si è svolta venerdì 15 marzo a Udine la "pedalata collettiva" organizzata dal comitato Mobicittà (formato in collaborazione da WWF, Legambiente, ALPI e FIAB aBcitUdine) per sensibilizzare opione pubblica ed istituzioni sulla necessità di iniziative atte a tutelare i diritti di ciclisti e pedoni. I partecipanti si sono soffermati in alcune punti della città, chiedendo all'amministrazione comunale di proporre alcune modifiche sui limiti di velocità, e nello specifico di portare il limite di 30Km/h in tutte le zone residenziali, modifica che porterebbe al dimezzamento degli incidenti gravi e mortali ai ciclisti, facendo aumentare al contempo di appena il 3% i tempi di percorrenza di quelle zone per gli automobilisti. 

Mario Canciani alla pedalata di sensibilizzazione

 

Il successo dell'iniziativa è testimoniato anche dal modo in cui la stampa ha seguito e raccontato la manifestazione. Per approfondire vi mettiamo a disposizione un breve compendio di quanto pubblicato. 

Una parte dei ciclisti 

 Guarda la galleria fotografica della manifestazione (dal Messaggero Veneto)

Condividi
2017  Udine Respira - Il progetto per la città di Mario Canciani  globbers joomla templates